Ambiente





La nostra politica aziendale ha da sempre unito lavoro e ambiente senza pregiudicare il loro singolo valore, anzi, si è cercato col tempo di combinarli in un’unica grande sinergia che oggi è diventato il punto di forza della DETTA S.p.a.


 

DETTA S.p.a. è impegnata nel Recupero Ambientale delle aree estrattive, con interventi che mirano al reinserimento delle stesse nell’ambiente circostante attraverso la ricostruzione della flora e della fauna, utilizzando le essenze e le piante tipiche del luogo.

La certificazione Ambientale secondo la UNI EN ISO 14001, nonché l’accreditamento/registrazione EMAS, consentono un continuo miglioramento dell’efficienza operativa e il controllo di tutte le attività che producono o possono produrre impatto ambientale.

Per questo la DETTA S.p.a.ha da sempre investito in Tecnologia e Sicurezza per migliorare ed ottimizzare gli impianti e l’intera struttura operativa col fine di ridurre l’impatto ambientale, adeguando e innalzando gli standard di sicurezza.

La DETTA S.p.a. è tra le poche aziende a livello nazionale che ha raggiunto l’obiettivo dell’attestato di convalida/registrazione EMAS in ambito di certificazione ambientale per la “Coltivazione e Ripristino Ambientale di cava di materiali lapidei e produzione di inerti mediante processi di frantumazione e selezione – Recupero Rifiuti non pericolosi mediante processi di riduzione volumetrica e selezione – Raccolta e Trasporto di rifiuti speciali non pericolosi – Produzione di calcestruzzi pronti all’uso”. All’interno di tutti questi processi, vengono impiegate tecnologie e metodologie innovative per la salvaguardia dell’ambiente, come per esempio: recupero e riutilizzo della acque di lavaggio degli inerti, recupero e riutilizzo delle acque di lavaggio delle betoniere contenenti la boiacca di cemento, impiego di materie prime di riciclo nei processi aziendali, ecc...

FOTOVOLTAICO


CAVA MONTESANO S/M

Nel Giugno 2012, presso l’unità produttiva di Montesano S/M (SA), a sostegno dei processi produttivi e per ottimizzare i consumi energetici in rispetto all’ambiente, è stato realizzato un impianto fotovoltaico di potenza 65 kwp, posizionato in modo complanare alla falda del tetto del capannone presente sul sito.


CAVA SALA CONSILINA

Nel Giugno 2015, presso l’unità produttiva di SALA CONSILINA (SA), a sostegno dei processi produttivi e per ottimizzare i consumi energetici in rispetto all’ambiente, è stato realizzato un progetto di efficientamento energetico, realizzando una seconda cabina di trasformazione della MT (20.000 kw) oltre alla realizzazione di un impianto fotovoltaico di potenza 99,47 kwp, posizionato sulle varie tettoie già presenti in cantiere. La cabina elettrica a media tensione “MT” inserita nel programma di investimento di cui in precedenza, in realtà è una seconda cabina di trasformazione della MT, realizzata privatamente ed internamente al sito aziendale, senza alcuna interazione con Enel Distribuzione S.p.A., in quanto dislocata logisticamente e ubicata ove oggi ENEL non è presente.

Tale cabina di trasformazione della MT (della potenza di 20.000 kw) è di seconda trasformazione: “Preleva e trasforma l’energia dell’ENEL derivante dalla cabina principale (punto di presa – POD IT001E00233001)”.

Praticamente trasforma l’Energia di media tensione prelevata dalla prima Cabina Enel in “energia trifase” per l’utilizzazione finale.
L’energia che ha subito questa “trasformazione” ritorna alla cabina Enel principale per essere immessa nel consumo aziendale e quindi gestita direttamente da Enel per i consumi di energia elettrica “E.E.” prelevati da riconoscergli a fine mese.

Essa è stata valutata e prevista nel programma di investimento proposto, in quanto la maggior parte degli impianti di lavorazione, annessi e connessi alla cava e alla piattaforma di recupero rifiuti inerti speciali non pericolosi, presenti sul sito dell’Unità produttiva di Sala Consilina, funzionano ancora oggi solo ed esclusivamente mediante l’utilizzo di n. 02 gruppi elettrogeni a gasolio che producono energia elettrica per la messa in esercizio degli stessi, per una potenza totale (somma di entrambi i G.E.) di 1.040 Kw.

Qui l’Enel ad oggi non è proprio presente. La realizzazione di questa seconda cabina di trasformazione è stata realizzata esclusivamente dalla DETTA S.p.A., con fondi propri, senza percepire alcun contributo o condivisione di spesa da parte di Enel Distribuzione S.p.A. e/o altro Ente.

La scelta di questa seconda cabina di trasformazione è derivata dal fatto che la DETTA S.p.A., molto attenta e scrupolosa nei confronti dell’ambiente (vedasi le certificazioni ambientali aziendali), ha deciso di ridurre i consumi di carburante fossile (il gasolio appunto) quindi l’utilizzo dei n. 02 gruppi elettrogeni che ad oggi alimentano esclusivamente tutti gli impianti, sostituendoli con gli approvvigionamenti energetici direttamente da Enel.

Questa scelta consentirà di evitare consumi di carburante fossile molto importanti, e tali minori consumi di carburante, insieme alla realizzazione dell’impianto fotovoltaico da 99,47 kwp, alla sostituzione dei corpi illuminanti vecchi con nuovi a led, ecc...., evidenzieranno l’intero intervento di riqualificazione ed efficientamento energetico aziendale, sui quali la DETTA S.p.A. vuole decisamente puntare sia per ridurre i costi di energia e sia per avere un sito di lavorazione più sostenibile sotto l’aspetto ambientale ed energetico.